IUC - Imposta Unica Comunale

Ultima modifica 9 settembre 2020

L’Imposta Unica Comunale, cosiddetta IUC, introdotta dall’art. 1, commi 638 e segg. della Legge n. 147 del 27 dicembre 2013, si basa su due presupposti impositivi:

  1. una componente patrimoniale, costituita dall’Imposta Municipale Propria (IMU), istituita in sostituzione dell’ICI a partire dall’anno 2012;
  2. una componente servizi, articolata a sua volta:
    • nella Tassa sui Rifiuti (TARI), destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani ed assimilati;
    • nel Tributo per i Servizi Indivisibili (TASI), destinato al finanziamento dei servizi erogati dal Comune sul territorio.

La legge di Bilancio 2020, legge n. 160 del 27.12.2020 ha abolito la IUC, abrogando i commi 638 e segg. della legge 147/2013, relativamente alle disposizioni riguardanti l’IMU e la TASI e lasciando vigenti solo le norme relativa alla TARI.

La TASI è stata fatta confluire nell’IMU, in particolar modo con riferimento alle fattispecie tassabili, che sono ora soggette a tale ultima imposta.

E’ stato quindi approvato dal Consiglio Comunale un Nuovo Regolamento per la disciplina dell’Imposta Municipale Propria, con Deliberazione n. 35 del 6 luglio 2020.

L’IMU viene ora disciplinata dalla legge 160/2019 con decorrenza 1° gennaio 2020 e dal nuovo Regolamento per quanto di competenza.

Per le annualità sino al 31 dicembre 2019, ancora accertabili, rimborsabili, o oggetto di contenziosi ancora in corso o di rateazioni in corso o ancora ravvedi bili secondo le nuove norme di legge e del Regolamento Generale delle Entrate, rimane vigente il precedente “Regolamento per la disciplina dell’Imposta Unica Comunale – IUC” approvato con deliberazione di C.C. n. 10 del 18.02.2019, reperibile al link sottostante o alla sezione “Amministrazione Trasparente – Statuto e Regolamenti”

Di seguito vengono pubblicati i link alle diverse annuali Informative IMU e TASI dal 2014 al 2019.