Nuova IMU 2021

Ultima modifica 26 maggio 2021

La Legge di Bilancio 2020, legge n. 160 del 27 dicembre 2019, all’art. 1, comma 738, ha abolito con decorrenza 2020 la IUC – Imposta Unica Comunale, con la conseguente abrogazione, a norma del successivo comma 780, delle disposizioni, di cui all’art. 1, commi 639 e segg. sull’Imposta Municipale Propria (IMU) e sulla Tassa sui Servizi Indivisibili (TASI), ad eccezione delle norme riguardanti la TARI.

La TASI è confluita nell’IMU, in particolare con riferimento alle fattispecie tassabili che risultano ora soggette a tale ultima imposta.

L’IMU viene invece, oggi, disciplinata dalle nuove disposizioni, di cui a commi 739 – 783 della l. 160/2019.

Precedentemente, anche con il cd. “Decreto crescita”, D.L. n. 34 del 30 aprile 2019, conv. con l. n. 58 del 28 giugno 2019 e il Decreto Fiscale, D.L. n. 124 del 26 ottobre 2019, conv. con l. n. 157 del 19 dicembre 2019, erano state approvate ulteriori novità in materia tributaria, relativamente all’efficacia delle deliberazioni regolamentari e tariffarie, alle misure di contrasto all’evasione fiscale, ai termini e agli obblighi di presentazione delle dichiarazioni IMU.

A seguito di tali innovazioni, si è reso necessario approvare un nuovo Regolamento per la disciplina dell’Imposta Municipale Propria – IMU (Deliberazione di Consiglio Comunale n. 35 del 6 luglio 2020), che recepisse e coordinasse le diverse nuove norme.
E' possibile accedere:

E’ possibile scaricare tutta la Modulistica nella relativa sezione “Modulistica Tributi”.

Per gli anni pregressi sino al 31.12.2019, ancora accertabili o rimborsabili o oggetto di contenziosi ancora in corso o ancora ravvedibili secondo le nuove norme di legge e del vigente Regolamento delle Entrate, rimane vigente il vecchio Regolamento IUC approvato con deliberazione di C.C. n. 10 del 18.02.2019 reperibile alla pagina dedicata “IUC – Imposta unica Comunale”